Registrati     Accedi    
vacanze
Giovedì 30 giugno 2016

Panama, quasi per gioco

Panama, quasi per gioco 0
Panama, quasi per gioco 1
Panama, quasi per gioco 0
Panama, quasi per gioco 1
Questo viaggio è nato per gioco, da un gioco. Mi spiego meglio: guardando in televisione i programmi a premi dove i concorrenti devono rispondere a domande di cultura generale, tutte le volte che capitava una domanda su un famoso canale artificiale costruito per il commercio marittimo, la mia prima risposta era sempre, inevitabilmente, il canale di Panama. Il pensiero andava subito lì, non prendevo nemmeno in considerazione ad esempio quello di Suez, non so per che motivo, ma di getto rispondevo Panama. Questa cosa era ormai nota in famiglia, tanto da subire qualche giusta presa in giro ogni tanto, ed è da lì che quindi è nato il viaggio: dovevo togliermelo dalla testa sbattendoci contro!

Panama è molto "particolare". A Bocas, ad esempio, ritmi di vita sono completamente diversi dai nostri, in particolare per quanto riguarda il lavoro: qui si fa tutto con calma, gli artigiani non hanno nessuna fretta e nemmeno tu devi averne. Forse è per tutta questa calma che c'è un traffico incredibile. Per chi visita il posto consiglio sicuramente di noleggiare un'auto per evitare spostamenti con taxi o mezzi pubblici. In città regna la disorganizzazione per cui, ancora prima che la benzina, assicuratevi che l'auto abbia il navigatore satellitare perché c'è veramente poca segnaletica stradale e si rischia, come successo a me, di impiegare molto più tempo per arrivare a destinazione.

I trasporti pubblici poi sono quasi una barzelletta per un turista. Il primo giorno ho voluto andare un po' in giro a curiosare utilizzando l'autobus: è stata un'impresa. Normalmente si arriva alla fermata, si aspetta l'arrivo dell'autobus giusto e si sale. Che ingenuo sono stato! La fermata non è indicata da nessuna parte, l'autobus si ferma dove si radunano le persone! Il fatto è che prima di capirlo ci ho messo un po' di tempo, non potevo immaginare una cosa simile'

Il clima è secco e normalmente fa caldo, quindi quale posto migliore di playa blanca per godersi un po' di puro relax. Il nome è già una garanzia, spiaggia bianchissima e ampi spazi. Peccato il mare non sia all'altezza, mi aspettavo acque trasparenti invece, a causa dei fiumi che ci sfociano, somiglia più che altro al mare che possiamo trovare nell'alto Adriatico. Facendo una passeggiata sulla spiaggia sono arrivato fino al villaggio di Santa Clara, che devo dire mi è piaciuto molto, immerso nella vegetazione, che offre anche qualche alloggio ai turisti, sicuramente non di lusso, ma confortevoli per chi vuole spendere poco.
Prima di concludere questo mio resoconto devo scrivere due righe sul canale. Ebbene sì, l'ho visto! Grandissima opera di ingegneria, da vedere. E ora spero che al prossimo gioco io abbia almeno il dubbio!
 
Buon viaggio!
vacanze.it utilizza i cookie per garantire una migliore esperienza sul sito. Continuando la navigazione, si acconsente all'utilizzo dei cookie. OK