Registrati     Accedi    
vacanze
Giovedì 30 giugno 2016

Salonicco, in mezzo ad un gregge

Salonicco, in mezzo ad un gregge 0
Salonicco, in mezzo ad un gregge 1
Salonicco, in mezzo ad un gregge 0
Salonicco, in mezzo ad un gregge 1
Sono molto interessato all'archeologia, da bambino sognavo di andare in Egitto a scavare tra antiche rovine scoprendo chissà quali tesori, e venendo a conoscenza della presenza a Salonicco di un museo archeologico molto apprezzato sia dai greci che dai turisti, avendone letto parecchie recensioni, avevo proprio desiderio di andare a visitarlo, per poi cogliere l'occasione di girare un po' alla ricerca di ulteriori bellezze da ammirare. 

Anni fa ero stato al museo di Atene, che mi lasciò a bocca aperta e lo considero ad oggi ancora il mio preferito, ma devo dire che anche quello di Salonicco è stato molto interessante. Sicuramente di dimensioni più ridotte, non ne inficia il valore: la mia impressione è stata infatti che grazie a ciò sia stato possibile per me concentrarmi meglio sui singoli reperti, provenienti dalla Grecia e dalla antica Macedonia. Bellissima l'esposizione della collezione di ori dei Macedoni, è incredibile come certi oggetti siano stati creati tanti anni fa senza gli strumenti di cui siamo in possesso ora. Altro punto a favore del museo è l'ingresso gratuito per gli studenti, e la possibilità con soli 8 euro in aggiunta di poter visitare anche il museo Bizantino a fianco.

Una mattina l'ho trascorsa lungo le spiagge della Sithonia, tra spiagge libere e calette nascoste poco frequentate. L'acqua come potete immaginare si alterna tra il trasparente ed il blu acceso, nelle zone più profonde. Durante il tragitto mi sono imbattuto in pastori alla guida dei propri veicoli intenti a raggiungere il loro gregge, percorrendo stradine in terra battuta. Giunta l'ora del ritorno in albergo ho imboccato anche io una di quelle strade, che avevo capito mi avrebbe fatto risparmiare una buona mezz'ora in quanto non attraversava un paese, ma tagliava all'interno.
Probabilmente sarà anche stato vero, purtroppo non ho avuto modo di sperimentarlo!

Mentre viaggiavo ascoltando un po' di musica, mi sono imbattuto in un gregge di pecore, che sostava proprio in mezzo alla strada. Anzi, non è che sostava, era in movimento, ma ad una velocità talmente bassa che era come se fosse fermo. Arrivato a ridosso immaginavo avessero timore e si spostassero, invece niente, continuavano con la loro lenta camminata! Dopo un paio di minuti ho provato a dire qualcosa al pastore, ma figuriamoci se mi dava retta. Ha fatto proprio finta di non sentirmi. Si è girato un paio di volte, quindi mi ha visto, ne sono sicuro, e ha continuato tranquillamente col suo passo la sua strada. Meno male che avrei dovuto accorciare il rientro di una mezz'ora! Come minimo ho perso un'ora intera dietro un gregge ai 2 all'ora!

Arrivato in albergo ho potuto fare solo una cosa: mettere sotto carica il lettore mp3, batteria esaurita!
vacanze.it utilizza i cookie per garantire una migliore esperienza sul sito. Continuando la navigazione, si acconsente all'utilizzo dei cookie. OK