Registrati     Accedi    
vacanze
Marocco, Tangeri

Giusto qualche ora...

Giusto qualche ora... 0
Giusto qualche ora... 1
Giusto qualche ora... 2
Giusto qualche ora... 0
Giusto qualche ora... 1
Giusto qualche ora... 2
Penso ci siano poche città che si affaccino su due mari, in questo caso il Mediterraneo e l'Oceano Atlantico. E' una particolarità che non si trova facilmente. La breve visita a Tangeri è capitata un po' per caso: ero infatti in vacanza in Spagna, sul lato opposto, addirittura ora che ci penso, su un altro continente. Due continenti separati da uno stretto lungo poco meno di 15 chilometri. E' stata proprio la breve distanza e la curiosità di vedere il Marocco a spingermi ad imbarcarmi a Tarifa in direzione Tangeri, mezz'ora d traghetto passano in fretta.

Unirmi ad una delle comitive che spesso compiono questo percorso è stato molto utile per sbrigare le formalità alla frontiera, appena sbarcati siamo stati praticamente inghiottiti dalle viuzze e dai cunicoli cittadini e assediati, è proprio il caso di dirlo, da venditori ambulanti e non, che ti spingevano quasi a forza nei loro negozietti per cercare di venderti la loro merce e spillarti più soldi possibile. Anche qua come in molti altri paesi arabi in cui sono stato vige la legge della contrattazione, dove uno stesso prodotto può costare il doppio o anche il triplo a seconda di quanto il turista riesce o meno a trattare sul prezzo. Che siano prodotti di artigianato, stoffe, spezie, tappeti o quant'altro, la prima regola nel caso si desideri fare acquisti è partire dal presupposto che il primo prezzo richiesto è senz'altro troppo elevato.

La cucina marocchina è piena di specialità tipiche e per pranzo mi è stata offerta una tajine di pollo e olive verdi molto buona. Il nome tajine deriva dal piatto dove viene cucinato il cibo, in cui si versa un po' d'olio finché non diventa caldo per poi aggiungere cipolle, curcuma, zenzero, aglio, sale, pepe e l'ingrediente principale, pezzettini di pollo. Si lascia rosolare aggiungendo dell'acqua, non troppa, e limoni canditi tagliati a fettine, lasciando cuocere il tutto una trentina di minuti rigorosamente con il coperchio sul tajine. Infine si aggiungono le olive insieme ad un pizzico di uva passa. 

E' bello mangiare con vista sul mare, e anche quel po' di confusione che si sente durante il pranzo non infastidisce in modo eccessivo. Il pomeriggio l'ho passato sulla spiaggia, in completo relax, con il sole che si rifletteva sull'acqua, osservando i ragazzini giocare a pallone e le donne osservarli, tutte con velo o djellaba. Un piccolo gruppetto in calzoncini corti mi si è avvicinato chiedendomi qualche spicciolo, come immagino siano soliti fare con i turisti, ma prima di donarglielo ho cercato di interagire un po' con loro, tra francese e spagnolo, ci siamo arrangiati.

Era arrivata poi l'ora di rientrare col gruppo, ma la prima impressione è stata positiva, sicuramente tornerò.
Potrebbero interessarti anche
Delizie dei dintorni udinesi
Friuli, Venzone

Delizie dei dintorni udinesi

È difficile fare una cernita per raccontarvi cosa ci sia da vedere in questo borgo, perché...
La città magica
Piemonte, Torino

La città magica

E' nota in tutto il mondo per il suo passato storico di prima capitale italiana, per i suoi...
CERCHI UNA LOCATION PER LE TUE VACANZE CON GLI AMICI O CON LA FAMIGLIA?
CLICCA QUI...

CERCHI UNA LOCATION PER LE TUE VACANZE CON GLI AMICI O CON LA FAMIGLIA?

MONTOPOLI VAL D’ARNO è un caratteristico borgo fortificato, che venne definito...
vacanze.it utilizza i cookie per garantire una migliore esperienza sul sito. Continuando la navigazione, si acconsente all'utilizzo dei cookie. OK