Registrati     Accedi    
vacanze
Cina, Pechino

La città proibita

La città proibita 0
La città proibita 1
La città proibita 2
La città proibita 3
La città proibita 0
La città proibita 1
La città proibita 2
La città proibita 3
La Cina vanta oltre un miliardo di persone. Un miliardo è un numero esageratamente grande se ci si pensa un attimo. Essere la popolazione più numerosa non è l'unico record attribuibile ai cinesi. A Pechino, infatti, sorge piazza Tienanmen, che con i suoi ottocento metri di larghezza è considerata la più grande al mondo. Probabilmente il nome non vi sarà nuovo, è la famosa piazza in cui nel 1989 ci fu la protesta di studenti e operai contro la tirannia, le cui immagini vengono rimandate in televisione di tanto in tanto, con il ragazzo che sfida la colonna di carri armati.

A nord della piazza si trova la porta della Pace Celeste che la separa dalla Città Proibita, sede oggi del museo di arte e storia dinastica della Cina. Quest'ultima è il complesso imperiale in legno forse meglio conservato al mondo ed è anche per questo motivo che è stata dichiarata patrimonio dell'umanità dall'UNESCO. Gli edifici sono stati costruiti seguendo i principi del Feng Shui, un'antica arte geomantica taoista cinese che prevede in questo caso la disposizione degli immobili in determinate posizioni a scopo propiziatorio.

E' auspicabile visitarla durante la settimana poiché nei weekend c'è veramente tanta gente, ma anche seguendo questo consiglio la fila sarà lunga: vengono fatti parecchi controlli, le borse di ogni persona che entra viene scansionata con un metal detector. Fa piacere la sicurezza venga al primo posto, ma la fila da fare aumenta. Serve un po' di pazienza. Si entra dalla Porta della Meridiana e subito si può notare come i turisti cinesi prediligano la via centrale, ne risulta un agglomerato di persone schiacciate come sardine in mezzo e spazi laterali semivuoti. Il Trono del Drago, luogo da cui l'imperatore partecipava agli impegni ufficiali, nel Palazzo dell'Armonia Suprema è come preso d'assalto e riuscire a vederlo non è semplice. Se non avete molto tempo cominciate con gli edifici laterali, non ci sarà confusione e troverete comunque interessante la visita.

All'interno del Grand Hyatt a Pechino è sosta obbligata al ristorante per assaporare la migliore anatra laccata che si possa desiderare. Importante prenotare almeno il giorno prima specificando se si desidera l'anatra per una o due persone, in modo che siate sicuri di poterla trovare.
Personale cortese e ottima cucina, prezzi non economicissimi, ma in linea con la media che possiamo trovare da noi. Ovviamente il menù è vario e soddisfa ogni palato, in particolare il pesce è molto buono, l'anatra è la loro punta di diamante e se devo dare un consiglio dico questo.

Perché la cucina cinese non è solo involtini primavera!
Potrebbero interessarti anche
Le Cinque Terre, un paesaggio da cartolina
Monterosso al mare

Le Cinque Terre, un paesaggio da cartolina

Situato all’interno di un bellissimo golfo, già solo il panorama che si leva dal suo punto..
Alla ricerca di Re Artù e del Santo Graal
Somerset, Glastonbury

Alla ricerca di Re Artù e del Santo Graal

Discussa cittadina che attira tanto appassionati di neopaganesimo e new age quanto amanti...
Relax e divertimento in Croazia
Vodice

Relax e divertimento in Croazia

Siete indecisi sulla meta da scegliere per le vacanze estive? Oggi vogliamo consigliarvi...
vacanze.it utilizza i cookie per garantire una migliore esperienza sul sito. Continuando la navigazione, si acconsente all'utilizzo dei cookie. OK