Registrati     Accedi    
vacanze
Uruguay, Montevideo

Prodotti tipici

Prodotti tipici 0
Prodotti tipici 1
Prodotti tipici 2
Prodotti tipici 3
Prodotti tipici 0
Prodotti tipici 1
Prodotti tipici 2
Prodotti tipici 3
Volevo visitare l'Uruguay solo perché patria del Chino Recoba. Lo so, è una motivazione strana, ma col Chino ho sempre avuto un rapporto di amore-odio durante la sua permanenza all'Inter: alternava ottime prestazioni a partite pessime, discontinuo come nessuno. Ma quando era in vena, aveva un sinistro che è rimasto nei ricordi di molti tifosi. Sono quindi partito da Montevideo per poi spostarmi in auto verso altre mete, senza un percorso preciso, avevo tempo e l'avrei utilizzato come meglio avrei potuto.

L'impatto con la gente del posto è stato subito positivo, ho trovato persone molto gentili che avevano anche voglia di scambiare due parole nonostante non ci conoscessimo. Ricordo in particolare, il primo giorno, una signora seduta alla fermata dell'autobus con la quale ho parlato nell'attesa arrivasse il servizio taxi che avevo chiamato. Praticamente tutti parlano lo spagnolo e tra lei ed il mio italo-spagnolo è stato anche un siparietto divertente in certi momenti! Tra l'altro è stata molto contenta di sapere che ero italiano visto che ha un nipote che vive a Milano, e ci siamo scambiati un po' di informazioni riguardo la vita nei nostri paesi. E' stata proprio lei a consigliarmi un ristorantino tipico, dove avrei potuto assaggiare le specialità uruguayane preparate seguendo le ricette tradizionali.

Un aspetto che mi incuriosisce è quello della diversità della cucina e quando viaggio cerco sempre di andare ad assaggiare qualche prodotto tipico, quindi ho colto al volo il suggerimento ed il giorno dopo a pranzo ero là. Pochi tavoli, proprietario cortese, luci soffuse: l'aspetto del locale faceva ben sperare ed infatti così è stato. Ho comunicato al cameriere di essere un turista alla ricerca dei sapori locali, chiedendogli quindi se fosse possibile avere degli assaggi di più pietanze invece che una porzione intera di un solo piatto. Dopo essersi informato dal titolare ed avuto il suo consenso, ha comunicato la scelta al cuoco, al quale ovviamente ho dato carta bianca sulla decisione dei cibi visto che io non avevo conoscenze a riguardo.

Dopo un po' di attesa, cosa che quando capita mi fa felice visto che sta a significare che la cucina non è surgelata, ma vengono serviti piatti freschi, mi viene portato un piatto con un assaggio della famosa parillada, carne di maiale o di manzo cotta alla griglia, accompagnata da interiora, tra cui trippa e sanguinacci, ed un altro con l'asado, sempre a base di carne, ma qui dominano il filetto e le costine. L'asado devo dire è stata una piacevole sorpresa, molto buono e cotto ottimamente, mentre la presenza nella parillada delle interiora, che non amo affatto, non me l'ha fatta apprezzare, nemmeno provando ad utilizzare come condimento il chimichurri, una salsa piccante. Da bere invece ho scoperto ed apprezzato il mate, bevanda calda preparata con l'infusione delle foglie secche della pianta con lo stesso nome, sorseggiata in una piccola zucca tramite una cannuccia di metallo, chiamata bombilla.

E' sempre bello fare nuove esperienze! Un saluto a tutti!
Potrebbero interessarti anche
Delizie dei dintorni udinesi
Friuli, Venzone

Delizie dei dintorni udinesi

È difficile fare una cernita per raccontarvi cosa ci sia da vedere in questo borgo, perché...
vacanze.it utilizza i cookie per garantire una migliore esperienza sul sito. Continuando la navigazione, si acconsente all'utilizzo dei cookie. OK