Registrati     Accedi    
vacanze
Emilia Romagna, Modena

Un fiore all'occhiello

Un fiore all'occhiello 0
Un fiore all'occhiello 1
Un fiore all'occhiello 2
Un fiore all'occhiello 3
Un fiore all'occhiello 0
Un fiore all'occhiello 1
Un fiore all'occhiello 2
Un fiore all'occhiello 3
Perché non parlare del mio luogo, Modena, la città circondata ma non attraversata dai due principali fiumi emiliani, il Secchia e il Panaro. Una delle tante cose che amo di Modena e che apprezzano molti turisti è il fatto che sia a misura d’uomo, facilmente vivibile, con un’ottima organizzazione a livello di trasporti, di pulizia e di sicurezza, per questo motivo la definirei molto funzionale rispetto ad altre in cui sono stata.

Il primo posto da visitare a mio parere è il centro storico; passeggiando sotto i portici si possono vedere musei, monumenti, chiese e palazzi con  alle spalle una storia antichissima. Inoltre è d’obbligo fermarsi in Piazza Grande, per ammirare il Duomo, patrimonio dell’Unesco e affianco la torre campanaria Ghirlandina, chiamata anche casa di San Geminiano, patrono di Modena.

Il centro poi è il fulcro principale per la vita notturna: ci sono diversi bar e pub in cui poter bere qualcosa e ascoltare musica come il Caffè Concerto, i vari locali in Piazza Pomposa o in Via Gallucci.
E se volete essere suggestionati e affascinati basta andare davanti all’ Accademia Militare, elegante e famosissima in tutta Italia; ma anche i giardini Estensi vicini che offrono una splendida area verde affacciata sul palazzo Ducale o il teatro comunale che è stato dedicato al tenore di fama mondiale Luciano Pavarotti.

Ma non soffermiamoci solo sull’architettura di questa cittadina, infatti  viene anche chiamata la “terra dei motori” grazie all’industrie presenti della Maserati e della Ferrari, per cui sono stati creati apposta il Museo Enzo Ferrari (MEF) o il Museo omonimo nella provincia di Maranello.

E per concludere, per lasciare davvero il segno,devo presentarvi la cucina tipica emiliana di Modena, definita appunto la “capitale” grazie anche alla presenza del premiato chef  Massimo Bottura. Il primo prodotto che vi consiglio è l’inimitabile e invidiato da tutto il mondo Aceto Balsamico di Modena, ma non solo.
Ogni persona dovrebbe venire a Modena anche solo per assaggiare piatti come lo zampone, il cotechino e i tortellini, magari accompagnati anche dal tradizionale Lambrusco di Modena e soprattutto di Castelvetro, E se ci si vuole completamente lasciar andare è necessario provare lo gnocco fritto  e tigelle con gli affettati e formaggi come il Parmigiano Reggiano.

Vi aspetta tutto questo e molto altro! A voi la scelta!
Potrebbero interessarti anche
Segreti e misteri nel circondario della metropoli
Lombardia, Morimondo

Segreti e misteri nel circondario della metropoli

Una città antica, dove ancora oggi respiriamo aria di storia....
Delizie dei dintorni udinesi
Friuli, Venzone

Delizie dei dintorni udinesi

È difficile fare una cernita per raccontarvi cosa ci sia da vedere in questo borgo, perché...
La città magica
Piemonte, Torino

La città magica

E' nota in tutto il mondo per il suo passato storico di prima capitale italiana, per i suoi...
vacanze.it utilizza i cookie per garantire una migliore esperienza sul sito. Continuando la navigazione, si acconsente all'utilizzo dei cookie. OK