Registrati     Accedi    
vacanze
Capo Verde

Un mix di culture

Un mix di culture 0
Un mix di culture 1
Un mix di culture 2
Un mix di culture 3
Un mix di culture 0
Un mix di culture 1
Un mix di culture 2
Un mix di culture 3
Avevo letto che non c'è un periodo più indicato di un altro per decidere di fare un viaggio tra queste splendide isole, semplicemente perchè il clima è ideale praticamente tutto l'anno visto che in media ci sono sempre 20-25°. Quando mi sono informato giusto un pochino sono rimasto divertito nel vedere come, sotto alla voce “precipitazioni”, fosse presente la dicitura “trascurabili”. Il loro periodo delle piogge si puù identificare tra Settembre e Ottobre, per cui magari quei due mesi se possibile vanno evitati. Un posto comunque dove per dieci mesi l'anno non piove quasi mai: il sogno per qualunque turista!

Appena atterrato all'aeroporto di San Pedro sull'isola di Sao Vincente ho avuto subito un impatto inaspettato con l'ambiente circostante: caldo tropicale, altro che le temperature ideali che avevo letto, ma soprattutto territorio montuoso, quasi lunare, con veramente pochissima vegetazione. Probabilmente, ho pensato, sarebbe stato così solamente nelle zone più lontane e meno turistiche, o forse solo l' intorno all'aeroporto.
Ed è stato poi così. Dall'aeroporto ho preso un autobus che mi ha portato a Mindelo, forse l'unica che si più definire città per i nostri criteri. Ho trovato un mix di culture sia per quanto riguarda costruzioni ed edifici, se ne possono trovare infatti di colorati, di grezzi alternati a delle specie di grattacieli molto spartani probabilmente di venti o trent'anni fa, sia per quanto riguarda la popolazione, tutta cortese e disponibile, tra africana e caraibica, con alcuni tratti europei (ho visto ragazzi con capelli biondi e occhi azzurri).

Per quanto riguarda il cibo, i menù sono a dir poco incomprensibili e, sono sincero, il rischio di ordinare qualcosa di non voluto c'è. A me è capitato, giusto per ribadire la cortesia della popolazione locale, di trovare una persona che per dimostrarmi quanto il cibo che stesse mangiando fosse buono me lo ha fatto assaggiare, dal suo piatto! Tradizionalmente qui si cucina tanto pollo e pesce, con sempre verdura ad accompagnare.

Io ho mangiato lo stufato di carne e verdure, il “carne gizado”, che puù essere di maiale, come il mio, o di manzo. La preparazione non è semplice, o meglio, è lunga. Fondamentale è togliere tutto il grasso in eccesso prima di iniziare la lavorazione, si taglia la carne a cubetti, si condisce con aglio, alloro, sale, aceto, pepe e si lascia marinare tutta la notte. Poi si farà cuocere a fuoco lento in mezza tazza di olio la carne con la marinatura aggiungendo tre cipolle, fino a metà cottura. Si sbucciano e tagliano patate, batate, banane verdi e manioca, e si aggiungono alla carne coprendo il tutto con acqua. Si continua a cuocere a fuoco lento finchè le verdure non saranno cotte e si condisce con sale, pepe, paprica, aglio e alloro.

Le spezie non mi fanno impazzire, ma è buono!
Potrebbero interessarti anche
10 DESTINAZIONI LOW COST E LAST MINUTE PER L’ESTATE 2017
Europa

10 DESTINAZIONI LOW COST E LAST MINUTE PER L’ESTATE 2017

NON TEMETE, LE VACANZE SON PER TUTTI E PER TUTTE LE TASCHE!!!
Una città colorata e cosmopolita
Iralanda, Galway

Una città colorata e cosmopolita

Ecco una grande città svilupparsi lungo le rive del fiume Corrib. Considerata la capitale...
Ferragosto per grandi e piccini
Emilia Romagna, Gropparello

Ferragosto per grandi e piccini

Guardando fuori dal finestrino dell'automobile, ai nostri occhi subito si presentano pianure...
vacanze.it utilizza i cookie per garantire una migliore esperienza sul sito. Continuando la navigazione, si acconsente all'utilizzo dei cookie. OK