Registrati     Accedi    
vacanze
Abruzzo

Una regione in pillole...

Una regione in pillole... 0
Una regione in pillole... 1
Una regione in pillole... 2
Una regione in pillole... 3
Una regione in pillole... 0
Una regione in pillole... 1
Una regione in pillole... 2
Una regione in pillole... 3
Una regione così eterogenea, tra mare, colline, vigneti e montagne selvagge, cela dei tesori davvero inattesi ai visitatori. Racchiudere in un semplice articolo tutto ciò che di bello queste terre hanno da offrire, è sicuramente riduttivo. Proveremo, tuttavia, a menzionare i ‘must-see’ per una gita in Abruzzo.

Sembra fin troppo scontato, ma non potete assolutamente perdervi la meraviglia del Parco Nazionale d’Abruzzo, l’immensità del suo verde può travolgerti con i suoi colori in ogni stagione. Fiorito e frizzante in primavera, caldo e profumato d’estate, colorato e suggestivo in autunno. In inverno forse meno accogliente, date le precipitazioni nevose, ma per gli amanti dello sci, una vera chicca.
I panorami mozzafiato, come una vista dall’alto del Lago di Barrea, la natura incontaminata ed una miriade di animali in libertà, faranno felici adulti e bambini. Uno spettacolo quasi del tutto naturale, dove la mano dell’uomo ha fatto ben poco.

L’Abruzzo è coronato da tantissimi borghetti, alcuni celebri, altri più nascosti ma non meno incantevoli. Le continue guerre e lotte intestine avvenute in questa regione durante i secoli, hanno creato via via la necessità di piccoli insediamenti in pietra costruiti nei punti più alti della zona, per non consentire un facile accesso al nemico. Fortini che si ergono sul cucuzzolo delle montagne, stradine impervie, scale infinite, chiese bellissime piene di affreschi antichi e piazzette che riportano indietro il turista di secoli.

Uno dei borghi più interessanti è senza dubbio Scanno: rinomato per la produzione del tombolo e della filigrana, è conosciuto anche per i suoi costumi tradizionali, indossati nelle calde giornate d’agosto dagli autoctoni, in segno di festa e come rievocazione del corteo nuziale ‘Ju catenacce’.

Un altro borgo da vedere assolutamente è Penne, in provincia di Pescara. Con i suoi vicoletti caratteristici e gli edifici rinascimentali, è sia la porta di ingresso per il Parco Nazionale del Gran Sasso, sia il primo entroterra dopo la costa abruzzese. Dai punti più alti del paese, infatti, è possibile scorgere il mare.

Il borgo fortificato di Santo Stefano di Sessanio merita di certo una visita: si trova a più di 1.200 metri s.l.m., con un centinaio di abitanti appena. È stato costruito nel medioevo con pietra calcarea bianca, ed offre panorami di rara bellezza.

Molti ricorderanno il film fantasy Ladyhawk, con Michelle Pfeiffer, è stato girato a pochi chilometri da Santo Stefano di Sessanio. Infatti poco distante troviamo Rocca Calascio, a 1.500 metri di altitudine, è uno dei castelli antichi più alti di tutta Europa, risalente addirittura all’anno 1000 (anche se le prime testimonianze sono datate 1300). Una curiosità forse meno conosciuta: anche Il nome della Rosa ha utilizzato questa ambientazione per alcune scene.
Per gli avventurieri è consigliata la ‘scalata’ verso Rocca Calascio, durante il vostro cammino sarete accerchiati da un panorama del tutto suggestivo.

Infine, gli amanti dei gusti dolci, o i futuri sposi, non devono mancare la tappa a Sulmona, patria dei confetti, esportati in tutto il mondo, e luogo di nascita del poeta Ovidio. La cittadina è una meraviglia da scoprire e da visitare, in ogni suo anfratto, in ogni stradina nascosta. Da non perdere, in estate, la celebrazione della Giostra Cavalleresca, un corteo rinascimentale in costume davvero affascinante che richiama turisti da tutto il mondo.
Potrebbero interessarti anche
Segreti e misteri nel circondario della metropoli
Lombardia, Morimondo

Segreti e misteri nel circondario della metropoli

Una città antica, dove ancora oggi respiriamo aria di storia....
La città magica
Piemonte, Torino

La città magica

E' nota in tutto il mondo per il suo passato storico di prima capitale italiana, per i suoi...
Favola Orientale
Cina, Suzhou

Favola Orientale

E' nota come “la Venezia d'Oriente”: quasi metà del suo territorio è bagnato dal fiume Ya
vacanze.it utilizza i cookie per garantire una migliore esperienza sul sito. Continuando la navigazione, si acconsente all'utilizzo dei cookie. OK