Registrati     Accedi    
vacanze
Valle d'Aosta, Fénis

Alla ricerca di un pò di frescura

Alla ricerca di un pò di frescura 0
Alla ricerca di un pò di frescura 1
Alla ricerca di un pò di frescura 2
Alla ricerca di un pò di frescura 3
Alla ricerca di un pò di frescura 0
Alla ricerca di un pò di frescura 1
Alla ricerca di un pò di frescura 2
Alla ricerca di un pò di frescura 3
Questo week end ho portato avanti il mio progetto di visitare i borghi più belli d'Italia, e il mio viaggio mi ha condotta in Val d'Aosta, più precisamente a Fénis, in Val Clavalité. Per raggiungere il borgo ci si può muovere anche in treno, scendendo alla stazione di Nus e percorrendo due km a piedi. Che la Val d'Aosta fosse verde e da fiaba, con i suoi panorami e le sue foreste, lo sapevo già, ma Fénis è riuscita a stupirmi.

Tanto per cominciare, in questi giorni torridi, è bene precisare che il clima alpino fa di questo borgo un must per l'estate, siccome è davvero fresco. Sicuramente a questo contribuisce il fatto che un quarto della città sia costituita da terreno boscoso vergine. La principale attrazione artistica di Fénis è rappresentata dal castello, al quale è ispirato quello che si trova ricostruito nel parco del Valentino a Torino.

Diversamente dalla stragrande maggioranza delle fortezze, il castello di Fénis non sorge su un promontorio in posizione elevata, tutte le strutture difensive di cui dispone sono prettamente di natura architettonica. Si trattava della residenza di rappresentanza della casata medievale di Challant. Dopo qualche vicissitudine, il castello è oggi proprietà dello Stato, che al suo interno ha inserito il museo del mobile valdostano.  Il castello ha pianta pentagonale, ci sono torrette tonde ad ogni angolo tranne a sud, dove si erge un torrione squadrato dal quale si può accedere al maniero passando sotto un'imponente saracinesca. Il mastio è protetto da due cinte murarie con camminamenti per le ronde. Al primo piano troviamo un'armeria, la mensa per i soldati e per la servitù, una dispensa e una gigantesca cucina. Al piano di sopra, troviamo una cappella, la camera signorile, un'altra cucina, la sala da pranzo nobiliare e una sala di giustizia.

Nel cortile interno, ultima tappa del percorso, troviamo fra gli altri un affresco di San Giorgio intento a uccidere il drago. Restando sempre nei pressi di Fénis, zaino in spalla ci si può dirigere a visitare l'eremo di Saint Julien, che sappiamo esistere fin dal mille e trecento. L'eremo è una casetta che sembra abbarbicata con tutte le sue forze al precipizio che sovrasta Charnicloz. Leggenda vuole che la casetta sia stata costruita nel luogo dove avvenne il martirio di San Giuliano, un cristiano predicatore prigioniero dei romani costretto a lavorare nelle miniere di Misérègne. Pare che per aver professato la sua religione, i romani l'abbiano gettato nel dirupo e i compagni abbiano edificato l'eremo, murando i suoi resti dietro l'attuale altare. L'eremo è stato di fatto abitato da anacoreti, l'ultimo dei quali, Jean Pantaléon Lavy, morì nel 1864. Ci sono altre gite fattibili per chi ama passeggiare in montagna, ad esempio si possono raggiungere i villaggi di Notre Dame de la Neige e Maison Blanche.

Se in estate Fénis e i suoi dintorni sono perfetti per ricercare un po' di frescura e tranquillità, sia che amiate passeggiare, che andare in bicicletta o a cavallo; in inverno il circondario si popola di sciatori e amanti delle racchette da neve.
Potrebbero interessarti anche
CERCHI UNA LOCATION PER LE TUE VACANZE CON GLI AMICI O CON LA FAMIGLIA?
CLICCA QUI...

CERCHI UNA LOCATION PER LE TUE VACANZE CON GLI AMICI O CON LA FAMIGLIA?

MONTOPOLI VAL D’ARNO è un caratteristico borgo fortificato, che venne definito...
Segreti e misteri nel circondario della metropoli
Lombardia, Morimondo

Segreti e misteri nel circondario della metropoli

Una città antica, dove ancora oggi respiriamo aria di storia....
Delizie dei dintorni udinesi
Friuli, Venzone

Delizie dei dintorni udinesi

È difficile fare una cernita per raccontarvi cosa ci sia da vedere in questo borgo, perché...
vacanze.it utilizza i cookie per garantire una migliore esperienza sul sito. Continuando la navigazione, si acconsente all'utilizzo dei cookie. OK