Registrati     Accedi    
vacanze
Isole Canarie, La Oliva

Il cuore di Fuerteventura

Il cuore di Fuerteventura 0
Il cuore di Fuerteventura 1
Il cuore di Fuerteventura 2
Il cuore di Fuerteventura 0
Il cuore di Fuerteventura 1
Il cuore di Fuerteventura 2
Dopo quattro anni di lavoro senza sosta, ho deciso che era giunto il momento di prendermi una vacanza. Basta stress, basta rumore. Avevo bisogno di due settimane di solo relax, e mi sono messo alla ricerca del posto ideale dove trascorrere del tempo a fare le cose che amo.

Cerca cerca, ho trovato La Oliva, che ammetto non conoscevo, situata nel mezzo dell’isola di Fuerteventura, che offriva possibilità di escursioni molto interessanti. Non ho impiegato molto tempo per decidere: ho prenotato l’aereo, ho preparato la valigia e la settimana dopo ero in viaggio.

L’arrivo è stato un po’ traumatico. Avevo prenotato un appartamentino perché non avevo voglia di andare in albergo, preferivo restare per conto mio ed entrare in piscina, perché la casa scelta ne era dotata, da solo. Senza correre il rischio di incappare nel vociare dei villeggianti, uno dei motivi principali per cui ho intrapreso il viaggio e da cui volevo allontanarmi.

Arrivato davanti al cancellino d’entrata però, l’ho trovato chiuso, mentre il proprietario mi aveva detto che sarebbe stato aperto e che lui mi avrebbe atteso dentro casa. Non avevo il suo numero, non sapevo come contattarlo… Sono rimasto lì davanti, in attesa di un suo arrivo, ad ogni rumore insolito mi giravo sperando fosse lui. Finché, dopo oltre mezz’ora, è arrivato, scusandosi per l’inconveniente, dicendo che aveva avuto un problema. Non ho ben capito quale, perché il mio inglese non è ottimo, e neanche il suo…

Mi sono diretto poi a nord, verso il Parco Naturale di Corralejo. Uno spettacolo! Sabbia finissima, dune come fosse il deserto. Peccato solo per il vento, che alzava molta sabbia e può dare fastidio. La parte nord dell’isola però è caratterizzata da questo vento anche forte, cosa non presente più a sud. Particolarità del Parco è la differenza di paesaggio a seconda della parte verso cui si è rivolti: dune di sabbia da una parte, montagne rocciose dall’altro, fino ad arrivare ad un mare da sogno, con acque cristalline ad una temperatura gradevolissima.

La parte nord è il paradiso dei surfisti. Il vento crea onde molto alte ed è pieno di ragazzi sulle loro tavole che sfidano il mare e la forza della Natura, con un coraggio che ho sempre ammirato. Sull’isola sono presenti tantissimi istruttori, più o meno competenti, pronti ad insegnare i rudimenti del surfista. Non ho potuto tirarmi indietro! Ci ho voluto provare, mai fatto prima, ma devo dire che è stata un’esperienza a metà, nel senso che è un percorso che va fatto a tappe: prima di arrivare a cavalcare un’onda serve tanta pratica, troppa per le aspettative che avevo. Già non è stato affatto semplice riuscire a restare in equilibrio sulla tavola con mare piatto… Avendo più tempo a disposizione però credo di poter dire la mia!

Che dite, sono troppo speranzoso?

Buon viaggio a voi!
Potrebbero interessarti anche
A stretto contatto con la natura
Isole Svalbard

A stretto contatto con la natura

Avete mai provato il desiderio irrefrenabile di lasciarvi tutto alle spalle e cimentarvi...
vacanze.it utilizza i cookie per garantire una migliore esperienza sul sito. Continuando la navigazione, si acconsente all'utilizzo dei cookie. OK