Registrati     Accedi    
vacanze
Isole Fiji

Il calore non viene dal sole

Il calore non viene dal sole 0
Il calore non viene dal sole 1
Il calore non viene dal sole 2
Il calore non viene dal sole 0
Il calore non viene dal sole 1
Il calore non viene dal sole 2
Cosa c’è di meglio di una vacanza alle Fiji se cerchi relax totale, caldo e mare? Ero partito con l’idea di passare qualche giorno in riva al mare, sulla sabbia, sopra al mio lettino a prendere il sole per ore, tra un sonnellino ed un buon libro preso dalla mia scorta personale. Sono tornato a casa dopo un’esperienza totalmente diversa, molto più appagante. Ho avuto la fortuna di scoprire delle persone fantastiche, un popolo divertente, gentile e molto alla mano.

Sono arrivato a Nadi dopo aver fatto uno scalo ad Hong Kong, obbligato, in quanto non esiste un volo diretto. L’accoglienza è stata calorosa, all’aeroporto ho mangiato un boccone veloce in un bar e scambiato due parole in inglese, lo parlano tutti, con il taxista. Ho imparato subito che ci sono due parole alle Fiji che devi conoscere, perché tutti le utilizzano, e con le quali puoi destreggiarti in qualsiasi situazione, poiché vanno bene in qualsiasi situazione!
La prima è “bula”: ciao, come stai, arrivederci, buona fortuna… Tutti significati possibili a seconda del contesto, anche se il suo significato letterale è “vita”. Dovunque io sia andato durante la mia permanenza in questo angolo di paradiso, ho sentito e utilizzato “bula” tantissime volte. La gente del posto saluta sempre, e bastava un “bula” di risposta per farmi regalare grandi sorrisi. Per darvi un esempio dell’uso che se ne fa, dico solo che la classica camicia hawaiana, alle Fiji viene chiamata “bula shirt”. La seconda parola è “vinaka”, che significa semplicemente “grazie”. Quindi avendo imparato “bula” e “vinaka” poco dopo il mio arrivo, mi è stato più semplice entrare in confidenza e relazionarmi con i nativi.

L’esperienza più significativa è stata quella a Pacific Harbour, un complesso residenziale per turisti con ampie strade e prati curati minuziosamente, di cui gli abitanti sono orgogliosi. Qui è stato bello da vedere, per imparare la cultura, l’Ars Village: abitanti delle Fiji mostrano le loro tradizioni attraverso spettacoli, con abiti tradizionali e ingaggiando finti combattimenti e dimostrazioni. Quella che più mi ha colpito è stata la preparazione del cibo attraverso il “lovo”: si prendono delle pietre, scelte accuratamente, e si mettono sul fuoco. Una volta scaldate si posizionano sul fondo di una fossa, non profonda, e ci si adagia sopra il cibo, carne o pesce, avvolto in foglie di banano o di palma. Si ricopre il tutto con radici come le patate e per finire si riempie la fossa di terra per non far uscire il caldo, lasciando cuocere il tutto per almeno un paio d’ore, a seconda della quantità di cibo. Il gusto poi è simile a quello nostrano quando utilizziamo il barbecue, ma quello che personalmente ho apprezzato di più è la gioia della popolazione nel mangiare insieme, nello stare in compagnia.

E’ questo il lato speciale che ho trovato alle Fiji!
Potrebbero interessarti anche
A stretto contatto con la natura
Isole Svalbard

A stretto contatto con la natura

Avete mai provato il desiderio irrefrenabile di lasciarvi tutto alle spalle e cimentarvi...
vacanze.it utilizza i cookie per garantire una migliore esperienza sul sito. Continuando la navigazione, si acconsente all'utilizzo dei cookie. OK