Registrati     Accedi    
vacanze
Grecia, Corfù

Toccata e fuga

Toccata e fuga 0
Toccata e fuga 1
Toccata e fuga 2
Toccata e fuga 0
Toccata e fuga 1
Toccata e fuga 2

Toccata e fuga quella fatta ultimamente a Corfù. Ero partito con l'intenzione di guardare su internet qualche possibile meta per le mie prossime vacanze estive e, per curiosità, ho fatto un giro su un paio di siti di prenotazione viaggi. Qui casualmente mi sono imbattuto in un volo low cost per Corfù che sarebbe partito il fine settimana successivo, per la modica cifra di 47 euro, andata e ritorno, con prenotazione per due notti in un hotel quattro stelle a 55 euro. Non ci ho pensato due volte. Il viaggio per l'estate l'avrei poi organizzato più avanti!


L'hotel non aveva recensioni positivissime, molte erano buone, ma ce n'era anche qualcuna negativa. Sono rimasto piacevolmente sorpreso nel trovare una stanza ampia e pulita, con anche un balcone che si affacciava sulla piscina. Depositato il bagaglio, giusto due cose vista la breve permanenza, e riposato un'oretta, mi sono diretto verso il centro città di Kerkyra in autobus, un euro e mezzo a tratta!


Ho visitato la Vecchia Fortezza, situata su un promontorio e collegata tramite un ponte alla città vecchia. I vecchi castelli mi piacciono molto, questa fortezza è stata costruita dai Bizantini per poi essere ripresa ed ultimata dai Veneziani, ed in modo particolare ho apprezzato il fatto che il vecchio fossato sia tutt’ora utilizzato come approdo dai pescherecci. Nella Fortezza è presente anche la Chiesa di San Giorgio, che sembra proprio la classica costruzione greca che si vede nei vecchi film: questa invece fu edificata come luogo di culto per i soldati inglesi nel periodo in cui erano sull'isola a protezione della stessa, nel diciannovesimo secolo. Peccato solo che la Chiesa venga utilizzata solo una volta l'anno, il giorno della commemorazione del santo.


Altra chiesa da visitare è quella del santo protettore della città, San Spiridione. E' molto importante per gli abitanti del posto, tanto che non è raro sentire il nome Spyros in città in quanto spesso i genitori danno ai figli il suo nome: si narra infatti che in epoche passate abbia salvato la città dagli invasori e dalla peste per ben quattro volte. Arrivata ormai ora di cena mi sono diretto verso la famosa Spianada, piazza molto ampia creata abbattendo numerosi palazzi con lo scopo di proteggere meglio la città, in cerca di un posticino tipico dove assaggiare qualche specialità. Qui ho sentito lo tzatziki, una salsa fatta di yogurt, aglio e cetrioli, e i loukoumades, frittelle dolci con miele, cannella, ricoperte di cioccolato e zucchero a velo. Una bomba di calorie che la metà basta! Però che buone ragazzi!


Diciamo che per un inaspettato week-end in Grecia è andata di lusso!


Un saluto a tutti!

Potrebbero interessarti anche
Rivivere il passato all’interno delle mura medievali
Liguria, Finalborgo

Rivivere il passato all’interno delle mura medievali

A pochi passi dal mare, è situato all’interno di una cerchia muraria ed è possibile entrare
La Croazia che non ti aspetti
Zagabria

La Croazia che non ti aspetti

E' una terra che merita di essere vista e scoperta anche nella zona dell’entroterra, partendo
Alla ricerca di Re Artù e del Santo Graal
Somerset, Glastonbury

Alla ricerca di Re Artù e del Santo Graal

Discussa cittadina che attira tanto appassionati di neopaganesimo e new age quanto amanti...
vacanze.it utilizza i cookie per garantire una migliore esperienza sul sito. Continuando la navigazione, si acconsente all'utilizzo dei cookie. OK